Primavera Argentina

21/Mar/2013

Oggi inizia la PRIMAVERA!

Argentina non sta per: “squillante, limpida, sonora”, ma per il paese dell’Argentina da dove arrivano in Europa: il Papa Francesco e la futura regina Màxima dei Paesi Bassi.

L’Argentina è il paese della “fine del mondo” che è la Patagonia … e l’Argentina è il paese del “nuovo inizio” per moltissimi europei che – nel corso dello scorso secolo – sono emigrati nel continente Americano per trovare lì migliori condizioni di vita di quelle miserissime avute fino alla dolorosa & pericolosa emigrazione.

Grazie agli emigranti, l’Argentina è il paese più europeo della America Latina … camminando per Buenos Aires (nel 2001) credevo di essere a Parigi! e nei ristoranti mangiavo “cucina mediterranea” ancor meglio che in Italia.

La primavera, la nuova nascita che l’Argentina offre con la sua storia di inenarrabili disastri – la dittatura e i desaparecidos prima, la crisi finanziaria poi – è fatta del tango, che per chi lo scopre è spesso una “nuova nascita”: il modo di camminare abbracciati strettissimi, al suono di poesie musicate.

Il tango si impara guardando gli altri ballare, come nella vita si impara per imitazione e per trasgressione dal modello. Nel tango si comunica con il corpo (silenziosamente) direzione e velocità della camminata, rispettando le movenze altrui. Si sta vicinissimi amando la propria diversità! Si danza creando coreografie che hanno come base gli 8 passi fondamentali; l’uomo inventa e conduce, la donna sta attenta e interpreta i segnali.

Con le parole del “dio del tango” – il mio maestro Roberto Herrera – el tango argentino no es màs que un crisol de razas fusionadas por la nostalgia de los que tuvieron que dejar todo para comenzar de nuevo con los que no tenìan nada! [il tango argentino non è nient’altro che un crogiolo di razze che si sono fuse insieme grazie alla nostalgia di coloro che dovettero abbandonare tutto per iniziare daccapo con persone con cui non avevano nulla in comune]

La sensualità del tango viene così dalla fusionalità fra due perfetti sconosciuti che ballano in perfetta armonia, comunicandosi i movimenti solo con il linguaggio del corpo, grazie al desiderio di conoscersi l’un l’altra. Nella foto qui sotto si può vedere una anziana coppia alla feria de san Telmo (tutte le domeniche a Buenos Aires): questi due “nonnetti” non sono vestiti in modo sexy – lei indossa i pantaloni e scarpe basse! – ma danzavano il canyengue con una sintonia da brivido!

Condividi